venerdì 30 dicembre 2011

il lago


         IL   LAGO

Fantasie di ricordi
narrati dalla nonna.
L’acqua d’inverno
lambiva i gradini.
Il contrabbandiere
ingegnoso
con fantasiose
corde e carrucole
tirava sotto l’acqua
il caffè, le sigarette
e cos’altro ancora?
Il lago
in quel punto
era più stretto
e l’immaginazione
spazia
evocando storie
stimolanti
per la bimba
che non sa bene
neppure come possa
essere un lago

              Maria Dulbecco

4 commenti:

  1. Carissima, eccomi per un affettuoso abbraccio e un sincero augurio: che il 2012 porti tanta serenità!
    Ros

    RispondiElimina
  2. Finiamo il 2011 ed iniziamo il 2012 in allegria!!!
    per te con amicizia e simpatia:
    clicca e ascolta!

    RispondiElimina
  3. Voglio farti gli auguri ...anche qui ... tantissimi auguri di un sereno 2012!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Carissima Maria, eccoti ritrovata! Come stai?
    Io ho appena aperto su Wordpress (ilpadiglionedoro si chiama il mio nuovo blog), ma sto iniziano piano piano: il tempo è poco e devo ancora capire bene come funziona.
    Passerò spesso a trovarti, mi manchi:-)
    Un bacione grande e a presto.
    Manuela-Nikiya

    RispondiElimina